La salute inizia a tavola

Risparmia in denaro guadagna in salute: “mangia semplice, povero, di stagione e locale”
SEMBRA ASSURDO MA OGGI, PIU’ CHE MAI, E’ DIVENTATO MOLTO COMPLICATO NUTRIRSI CORRETTAMENTE; L’UOMO OCCIDENTALE, INFATTI, TENDE A MANGIARE MA NON A NUTRIRSI. LA DIFFERENZA? ENORME. MANGIARE E’ SCELGIERE IN BASE ALLA PUBBLICITA’ PIU’ O MENO OCCULTA, IN BASE AL SENTITO DIRE O ESSERE DI CORSA E INGURGITARE GROSSO MODO QUELLO CHE CAPITA, RISPONDENDO A STIMOLI DA STRESS.
NUTRIRSI E’ ALTRA COSA. E’ RISPETTARE IL PROPRIO CORPO E LE SUE NECESSITA’ E RISPONDERE CORRETTAMENTE ALLE RICHESTE CHE CI GIUNGONO.
COME POSSIAMO, QUINDI, SFUGGIRE A QUESTA GRAVE CONSEGUENZA DEL BENESSERE SOCIO-ECONOMICO? COME DISTRICARSI TRA MILLE MESSAGGI CHE CI ARRIVANO DA OGNI DOVE? COME CAPIRE QUALE E’ LA DIETA CORRETTA.
IN TANTI ANNI DI LAVORO MI SENTO DI POTER RIASSUMERE IN POCHE RIGHE LA VIA DI UNA DIETA SANA: “MANGIA SEMPLICE, POVERO, DI STAGIONE E LOCALE”. IN ALTRE PAROLE, RISPOLVERIAMO LA DIETA DEI NOSTRI NONNI, SI E’ MOLTO SEMPLICE MA SOLO IN APPARENZA
L’ISTITTUO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE CI TRADUCE IN REGOLE QUESTO CONCETTO:

  1. CONTROLLA IL TUO PESO E MANTIENITI ATTIVO; in altre parole mangia in base a quanto consumi, che dipende a sua volta dall’età, dal sesso, dall’attività lavorativa e sportiva. MUOVITI, SII COMUNQUE SEMPRE ATTIVO. Oggi è stato visto che anche gravi patologie di cuore si curano addirittura con lo sport.
  2. Piu’ cereali, legumi, ortaggi e frutta. Aggiungo di stagione, qualche volta integrali e locali il piu’ possibile.
  3. GRASSI: scelgi la qualità e limita la quantità. Pochi grassi animali e attenzione ai vegetali idrogenati , vero incubo occidentale; usa olio extravergine di oliva e usalo a crudo.
  4. ZUCCHERI, DOLCI E BEVANDE ZUCCHERATE: nei giusti limiti. Quali sono questi limiti? Considera teli occasionali, non li acquistate, se capitano e proprio non ne potete fare meno….ricordate che non saziano ma forniscono molte calorie.
  5. IL SALE.? MELGIO POCO. Quanto e’ poco? Mai, nel senso che comunque la nostra tavola è sempre ricca di sale, quindi se per cucinare usiamo piuttosto aromi e spezie ( al contrario molto salutari) e evitiamo di aggiungere sale e glutammato, sicuramente abbiamo fatto una mossa giusta per la nostra salute quella dei nostri cari.
  6. ALCOL, a stomaco pieno e con moderazione. 2- 4 bicchieri per i maschi , 1-2 bicchieri per le femmine.

A CURA DI
Dr Barbara Lunghi
Dottore di ricerca in Scienze Pediatriche
BIOLOGO NUTRIZIONISTA
SPECIALISTA IN SCIENZA DELL’ALIMENTAZIONE UMANA